Collegamento stereo della chitarra

Sui sistemi di amplificazione per chitarra è ormai diventata una consuetudine trovare un’uscita stereo LR per il collegamento della chitarra.

Questa possibilità soddisfa, semplificando di molto le cose, il desiderio di tanti chitarristi di poter avere un collegamento stereo della chitarra. Infatti in stereo si possono utilizzare effetti di ritardo (riverbero, delay) e modulazione al massimo delle loro potenzialità.

La chitarra elettrica è di base uno strumento mono. 

Gli amplificatori tradizionali sono mono. 

L’unico modo negli anni passati per avere un setup stereo era infatti portare due amplificatori identici, uno per L e uno per R. Un’ altra possibilità era quella di creare sistemi rack con amplificatori stereo. In tutta onestà bisogna dire che raramente per un chitarrista esistevano le condizioni per poter trasportare, montare e sfruttare tutta questa attrezzatura pesante e ingombrante. Ciò era possibile solo su grandi palchi con backline di una certa portata. Alla luce di questo, rinunciare al collegamento stereo a favore di quello mono, sembrava l’unica scelta sensata. D’altra parte però dobbiamo dire che il mono ha sempre funzionato alla grande e in alcuni casi risulta anche più efficace.

Grazie al digitale, che sia un sistema come Helix, Kemper, Headrush ecc, oppure come nel mio caso sistema ibrido con testata valvolare, loadbox e simulatore di cassa, il collegamento stereo della chitarra è diventato un gioco da ragazzi.

A causa di ciò in realtà in molti sono andati in confusione. Il collegamento stereo della chitarra non è sempre la scelta migliore, o comunque non è per forza un miglioramento per il nostro suono, come è stato detto, in alcuni casi il mono funziona anche meglio. Un collegamento stereo è utile a condizione che si utilizzino effetti di ritardo e modulazione che agiscano sul panorama con un’azione di auto pan tra i canali destro e sinistro.

Nel video potete ascoltare alcuni esempi audio e un approfondimento sul tema. Per tutti gli altri argomenti, visita il mio canale YouTube.